certificazione energetica

La Certificazione energetica degli edifici è un processo volto  a far conoscere al cittadino le caratteristiche energetiche dell’edificio che sta per acquistare o per affittare. L’attestato di prestazione energetica (APE), permette di individuare la classe energetica dell’edificio: a seguito infatti delle analisi energetiche effettuate dal certificatore energetico in merito a indici di prestazione energetica del sistema di riscaldamento/raffrescamento e alla produzione di acqua sanitaria, saprete quanto il vostro edificio contribuisce al risparmio energetico e quanto potrete risparmiare e far risparmiare sulle bollette.

Le analisi energetiche sono basate sul calcolo di indici di prestazione energetica del riscaldamento dell’ambiente e dell’acqua per uso igienico sanitario, della climatizzazione estiva, della ventilazione e dell’illuminazione e sono compiute da professionisti qualificati ed abilitati, i certificatori energetici.
Tutte queste informazioni  vengono elaborate e sintetizzate nell’APE che viene rilasciato ai cittadini e che permette dunque di effettuare scelte di acquisto o di locazione più consapevoli.

I vantaggi della certificazione energetica e chiarimento di alcuni aspetti
Effettuare la certificazione energetica e conoscere la classe energetica di un edificio risulta vantaggioso per chi decide di acquistare o prendere in affitto un immobile. l’APE deve essere pronto in caso di compravendita per tutti i potenziali acquirenti di un immobile. La consegna del documento può avvenire, invece, al momento della stipula del contratto preliminare con il promissario acquirente.

È sempre obbligatorio allegare l’APE?

No, non sempre. Dipende dal tipo di immobile oggetto della transazione (compravendita o locazione).

L’APE va allegato solo per contratti di compravendita e locazione?
In tutti i casi in cui un immobile deve possedere l’Attestato di Prestazione Energetica, questo va allegato non solo agli atti di compravendita e di locazione, ma pure a qualsiasi altro atto che comporti un trasferimento di proprietà e/o diritti sia a titolo oneroso che gratuito. Quindi, obbligo di allegazione dell’APE anche per donazioni, patti di famiglia, conferimenti di fabbricati nei patrimoni delle società, permute, ecc.

Un accordo tra acquirente e venditore o tra locatore e locatario che evita l’allegazione dell’Attestato di Prestazione Energetica non è ammissibile ed è illegittimo sulla base del diritto privato. Un contratto che contenga un accordo di tal genere è, pertanto, nullo.

 Il D.lgs nazionale 28/2011 all’articolo 13 prevede che dal 01.01.2012 gli annunci commerciali di vendita riportino l’indice di prestazione energetica contenuto nell’attestato di certificazione energetica. Dalla lettura della norma non è dato comprendere quali siano le precise modalità di adempimento. Di certo vi è che nel D.Lgs. in questione non sono previste sanzioni in caso di inosservanza dell’obbligo.